San Nicolò

Chiesa parrocchiale del 1500, dedicata a S.Nicolò di Bari, patrono di Venetico.

Nel corso degli anni si è impreziosita con l’apporto di opere di valenti artisti. Nel 1637 fu aggiunto l’edificio della sagrestia e l’oratorio del S.S. Crocifisso, distrutto dal terremoto del 1908 e oggi riedificato. L’ interno, a croce latina, ha tre navate ed il soffitto centrale di legno cassettonato.

Chiesa di San Nicolò - Navata centrale
Chiesa di San Nicolò – Navata centrale
Chiesa San Nicolò - Soffitto a Cassettoni
Chiesa San Nicolò – Soffitto a Cassettoni

Le arcate della navata centrale sono state rivestite nel ‘700 di stucchi di discreto effetto scenico e rappresentano putti che sostengono stemmi riccamente ornati. Sul transetto due grandi angeli con trombe sorreggono lo stemma della Casa Spadafora, in stucco colorato.

Opere presenti

Nella cappella sinistra si trovano i sepolcri di due principi della famiglia Spadafora.

Sulla sinistra la tomba di Don Giuseppe Antonio Spadafora Branciforte (morto nel 1637) con la moglie Imara Ruffo Santapau. Ebbe tre figli maschi, Francesco Spadafora Ruffo Santapau I° Principe di Venetico, Guttierez e Muzio. Fu insignito Cavaliere di Gran Croce del Sovrano Ordine Militare di Malta.

E’ composta da un sarcofago di marmo nero venato che poggia su una base di marmo nero venato che poggia su di una base di marmo bianco, sostenuta da quattro leoni appaiati che tra le zampe anteriori hanno raffigurata l’immagine di un volto e compongono una simbologia e iconografia rara.

Tombe principesche di Don Giuseppe Spadafora Moncada e moglie - Anno 1637
Tombe principesche di Don Giuseppe Spadafora Moncada e moglie – Anno 1637

Sulla destra la tomba del Principe Federico Spadafora Moncada (morto nel 1615) e della moglie Beatrice Branciforte Lanza. Ebbe un figlio maschio Giuseppe Antonio Spadafora Branciforte. Federico fu insignito Cavaliere di Gran Croce del Sovrano Ordine Militare di Malta.

E’ costruita in marmi policromi ed è composta da un sarcofago sormontato da una edicola che racchiude una formella di marmo bianco e scolpito, raffigurante l’Annunciazione. Ai lati due figure barbute semisdraiate e contrapposte sorreggono in una mano gli stemmi gentilizi delle famiglie Spadafora e Moncada.

Tomba del Principe Federico Spadafora Moncada e della mogli
Tomba del Principe Federico Spadafora Moncada e della moglie

Quadro del Volto Santo del 1625 –  Argomento trattato nella pagina “Volto Santo”

Quadro del Volto Santo del 1625
Quadro del Volto Santo del 1625

“Cristo alla colonna e flagellazione” 
tela attribuita ad ignoto del sec. XVII appartenente alla scuola caravaggesca. Tre grandi figure poste in primo piano : il Cristo con le mani legate e due aguzzini ai suoi fianchi. Tutt’attorno altre figure con le braccia alzate ed i pugni chiusi che creano una scena cupa e drammatica e recano all’opera un senso di dinamismo.

Cristo alla Colonna di scuola Caravaggesca
Cristo alla Colonna di scuola Caravaggesca

L’anno 1765 è l’anno più ricordato per gli abbellimenti della Chiesa Madre. Fu costruito il pavimento tutto in marmo ed il Pergamo in legno che ricorda quello del Calamech che si trova nel Duomo di Messina.

Si eleva su una colonna quadrangolare, arricchita da un rilievo floreale di stucco e sormontata da un capitello jonico. Il pulpito è di forma ottagonale e da esso si dipartono sei colonne, con capitelli di stile corinzio, che sorreggono una cupola, sulla cui sommità si erge la statuetta del Padre Eterno. Interamente decorato con motivi floreali e volute, è arricchito di statue e santi a tutto tondo poste a sbalzo su formelle rettangolari. Il capolavoro può essere attribuibile ad artigiano messinese.

Pergamo ligneo del 1765
Pergamo ligneo del 1765

Adorazione dei Magi di Francesco di Bonajuto – 1532 – Al centro la figura della Madonna seduta con in braccio il Bambino. Tutt’attorno la scena è affollata da figure abbigliate con vesti cinquecentesche.

Adorazione dei Magi di Francesco di Bonajuto
Adorazione dei Magi di Francesco di Bonajuto

San Nicola in cattedra – tardo cinquecento

San Nicola in cattedra - tardo cinquecento
San Nicola in cattedra – tardo cinquecento

Sacra famiglia – prima metà del sec. XVIII

Sacra famiglia - prima metà del sec. XVIII
Sacra famiglia – prima metà del sec. XVIII

Madonna dell’Arco di Napoli – 1602

Madonna dell'Arco di Napoli - 1602
Madonna dell’Arco di Napoli – 1602

Statua in marmo della Scuola del Gagini – Sec XVII

Statua in marmo della Scuola del Gagini - Sec XVII
Statua in marmo della Scuola del Gagini – Sec XVII

Reliquiario

Reliquiario
Reliquiario

San Francesco

San Francesco
San Francesco

San Giuseppe morente

San Giuseppe morente
San Giuseppe morente

Madonna del Carmelo

Madonna del Carmelo
Madonna del Carmelo

Statua in legno di S. Nicolò Vescovo ( Sec. XVI)

Statua in legno di S. Nicolò Vescovo ( Sec. XVI)
Statua in legno di S. Nicolò Vescovo ( Sec. XVI)
 Altare Chiesa di San Nicolò
Altare Chiesa di San Nicolò

Crocifisso con la Madonna e S.Giovanni del XVIII sec.

Crocifisso con la Madonna e San Giovanni - Sec. XVIII
Crocifisso con la Madonna e San Giovanni – Sec. XVIII

Vetrata raffigurante la discesa dello spirito santo – 1983

Vetrata raffigurante la discesa dello spirito santo - 1983
Vetrata raffigurante la discesa dello spirito santo – 1983